Gioco sparatutto opensource stile doom o quake  

Le console stile Nintendo WII, XboX, Playstation3 sono diventate irrinunciabili quando si parla di giochi.
I Videogame per computer, hanno avuto una battuta di arresto, e il successo che avevano qualche anno fa, è solo un miraggio.
Ma esiste una categoria di giochi che riesce ad essere ancora divertente, anche sulle più limitate performance grafiche dei PC:
Gli spara tutto in soggettiva stile DOOM o QUAKE.Per la tipologia di gioco, che concentra l'attenzione più sulla dinamica che sulla grafica, i giochi di questo tipo rendono ancora divertente giocare sul proprio pc.
Oggi vi presento un gioco assolutamente FREE, creato con la filosofia dell' OPENSOURCE.

Il gioco si chiama CUBE2.
Con Il combattimento in soggettiva,l'unico scopo che avete, è fare FUORI tutti i nemici.Vi aggirate in diversi ambienti, chiusi e aperti, vedendo davanti a voi solamente l'arma che state utilizzando che sarà l'unica barriera tra voi, e i temutissimi mostri che popola il mondo da scoprire.
sparatutto opensource

I creatori del gioco , hanno focalizzato l'attenzione sulla velocità di RENDERING e sui dettagli delle geometrie.

Essendo un open source,per i più fanatici, vengono messi a disposizione degli strumenti e dei manuali, che vi guideranno nella creazione degli ambienti, per poter personalizzare al 100% il vostro gioco.Il forum e la guida sono solo in Inglese.
Una delle community segnalate per l'implementazione è Quadropolis.us

In un gioco di questo tipo, non poteva mancare la funziona multiplayer, per divertirsi con gli amici collegati in web o su di una LAN.

Requisiti HW per il gioco:
Minimi:1GHz CPU, 256MB RAM, scheda grafica GeForce 4MX o equivalente.
Ottimali: 2GHz , 512MB RAM,sheda grafica GeForce 6600 o equivalente.

quake

Il gioco è disponibile per tutti i s.o. più diffusi:

WindowsDownload per Windows - 331 MB
LinuxDownload per Linux - 344 MB
MacOS XDownload per MacOS X - 352 MB

Scarica:Cube2

Condividi


Articoli correlati per categorie



0 commenti

Posta un commento

Posta un commento